• CNA ha sviluppato un progetto, con il contributo della Camera di Commercio di Bologna, dedicato a sostenere le aziende nella realizzazione di percorsi di miglioramento dei processi e degli edifici di lavoro, puntanto a miglioramenti che possano produrre, oltre a benefici ambientali, anche positivi risultati economici per gli attuatori.

Il progetto si articola nella messa a punto di strumenti di "check up" ambientale volti ad individuare gli ambiti passibili di miglioramento e nella conseguente indicazione di possibili azioni attuabili. A tal fine si ritiene fondamentale l'intervento delle imprese che offrono specifici servizi, apparecchiature o prodotti in grado di realizzare obiettivi di miglioramento ambientale.

A chi ritiene che la propria impresa si possa proporre come fornitrice di servizi, apparecchiature o prodotti utili per supportare percorsi di miglioramento ambientale chiediamo:

La suddetta documentazione va inviata all'Ufficio Politiche Ambiente Energia - fax.051-359902, politicheambienteenergia@bo.cna.it.

 

Presentazione, per tema ambientale, delle possibili soluzioni migliorative applicabili (sezione da implementare con le segnalazioni che perverranno):

Tematica ambientale di interesse Soluzioni possibili                                       


Consumo di materiali


Consumo di energia

Per le tecnologie di risparmio energetico e per l'uso di energia "pulita" consulta il sito www.cnaenergia.it alla sezione "Le tecnologie energetiche pulite"



Consumo di acqua  


Emissioni in atmosfera


Scarichi liquidi  


Rifiuti


Rumore esterno  


Contaminazione del suolo  


Sostanze pericolose  materiali naturali per finiture edifici


Rumore interno  


Radiazioni

 


Vibrazioni  


 

Presentazione, per tema ambientale, delle necessità di miglioramento ambientale emerse dall'applicazione della metodologia di check up ambientale o da richieste dirette di miglioramento pervenute a CNA:

Tematica ambientale di interesse Problematiche da migliorare                              


Consumo di materiali
  • Consumo di farina in processi di panificazione per le fasi di formatura
  • Consumo di inchiostri e altre sostanze per processo di stampa litografica
  • Generazione di scarti metallici da operazioni di lavorazione meccanica per la costruzione di stampi
  • Consumo di vernici per la verniciatura di autoveicoli


Consumo di energia
  • Consumi elettrici legati al funzionamento di macchine per la lavorazione meccanica di metallo
  • Consumi termici per l'essiccazione delle vernici usate nella riparazione degli autoveicoli


Consumo di acqua
  •  consumi idrici per processi di lavaggio nel settore alimentare


Emissioni in atmosfera
  • emissione di polveri diffuse (farina) nell'ambiente di lavoro
  • emissione di solventi nell'ambiente di lavoro
  • rilascio di emissioni da verniciatura


Scarichi liquidi  


Rifiuti
  • gestione di scarti alimentari che non possono stazionare presso il sito di produzione per problematiche di igiene
  • scarti di verniciatura
  • scarti di stampa
  • fanghi di rettifica
  • emulsioni oleose


Rumore esterno
  • insonorizzazione di macchinari rumorosi presenti all'esterno (es. compressori aria)


Contaminazione del suolo  


Sostanze pericolose
  • sostituzione prodotti per pulizia e sanificazione per ambienti e apparecchiature adibite a produzioni alimentari
  • sostituzione inchiostri contenenti COV
  • sostituzione vernici contenenti COV


Rumore interno  


Radiazioni

 


Vibrazioni  


Coinvolgimento delle imprese che possono suggerire concrete azioni per il miglioramento ambientale delle aziende artigiane e delle PMI.